domenica 17 luglio 2016

Last Utopians, the winners of ITS 2016


Ieri è stata una giornata particolare per un gruppo di giovani designer: la preparazione, una scarica di adrenalina, la sfilata, la competizione, gli applausi, i premi e infine la festa. Oggi conosciamo meglio i vincitori di ITS 2016.

Yesterday was a special day for a group of young designers: the preparation, an adrenaline rush, the fashion show, the competition, the applause, prizes and finally the party. Today we know better the winners of ITS 2016.


ITS è una fucina di talenti. Non per nulla è un concorso portato avanti negli anni da Barbara Franchin con l'ausilio e il supporto di sponsor importanti come la OTB di Renzo Rosso, Swarovski, Swatch, YKK e Vogue. L'estro dei designer che ieri si sono messi in gioco con le loro collezioni verrà sicuramente valorizzato dalla visibilità offerta da questo concorso. I premi, poi, sono importanti. 

E i vincitori sono...

ITS is a breeding ground for talent. In fact it's a contest carried on over the years by Barbara Franchin with the help and support of major sponsors such as OTB by Renzo Rosso, Swarovski, Swatch, YKK and Vogue. The creativity of the designers who yesterday were put into play with their collections will surely enhanced by the visibility offered by this competition. The prizes, then, are important. 

And the winners are ...


MAYAKO KANO, neozelandese con un passato da architetto, è la vincitrice della categoria "ITS FASHION AWARD" e di un premio di 10 mila euro. Ha presentato al concorso la sua collezione di fine Master presso la Parsons School of Design, un giardino incantato di ricordi e pizzi, ispirato alle fotografie del periodo Meiji, agli oggetti e tessuti antichi che ancora hanno un grande valore al giorno d'oggi, in un'atmosfera di straordinaria delicatezza e femminilità accompagnata da sovrapposizioni  di stoffe leggere, stampe damascate e floreali.

MAYAKO KANO, New Zealander with a background as an architect, is the winner of the category "ITS FASHION AWARD" and a prize of 10,000 Euros. She presented in the competition her collection of end Master at the Parsons School of Design, an enchanted garden of memories and lace, inspired by the photographs of the Meiji period, objects and antique fabrics that still have great value nowadays, in an atmosphere of extraordinary delicacy and femininity accompanied by fabric overlays read, damask and floral prints.



 





HELEN KIRKUM si è aggiudicata due premi, "ITS ACCESSORIES AWARD" e il "VOGUE TALENT AWARD", per cui oltre ai 10 mila euro del primo premio vedrà pubblicate le foto del proprio shooting e un'intervista sul sito di Vogue Talent e il proprio profilo in stampa sul supplemento cartaceo di Vogue Italia. La ragazza è però già abituata a premi e riconoscimenti. Nel 2014 ha vinto il "Worshipful Company of Cordwainers Footwear Student of the Year Award" e si è diplomata come prima della classe presso la University of Northampton. A luglio di quest'anno completerà anche gli studi del Master in Menswear and Footwear del prestigioso Royal College of Art di Londra. La sua collezione sportiva propone sneakers già vissute e reinterpretate con una particolare attenzione alle strutture a alle texture, in una concettualizzazione del nostro vivere contemporaneo in una società dominata dal commercio.

HELEN KIRKUM gained two prizes, "ITS ACCESSORIES AWARD" and the "VOGUE TALENT AWARD", so in addition to the 10k euro prize will publish photos of her own shooting and an interview on the Vogue Talent website and in her profile on paper supplement of Vogue Italy. The girl, however, is already accustomed to awards and honors. In 2014 she won the "Worshipful Company of Cordwainers Footwear Student of the Year Award" and graduated as top of the class at the University of Northampton. In July of this year she will complete the Master's studies in Menswear and Footwear of the prestigious Royal College of Art in London. Her sports collection offers already lived and reinterpreted sneakers with a particular focus on structures and texture, in a conceptualization of our contemporary living in a society dominated by commerce.




"ITS JEWELRY AWARD" è andato invece alla tedesca SARI RATHEL (10 mila euro), anche lei proveniente dal Royal College of Art. Appassionata di ricerca concettuale e artistica, la designer ama esplorare il rapporto tra gioiello e corpo umano. In questo senso le sue creazioni in rosa e azzurro chiaro hanno usi non scontati, si appoggiano a punti del corpo inusuali come gomiti e ascelle, aiutano chi li indossa a manifestare il genere di appartenenza, che può essere di volta in volta maschile o femminile, senza alcuna predilezione particolare e senza tabù.

"ITS JEWELRY AWARD" instead went to the German SARI RATHEL (10k euro), also from the Royal College of Art. Passionate about conceptual and artistic research, the designer loves to explore the relationship between jewelery and body. In this sense her creations in pink and light blue have not ordinary uses, lean to the body in unusual points like elbows and armpits, helping the wearer to show his/her gender, which can be time to time male or female, without any special preference and without taboos.




Anche l'Italia viene premiata attraverso le creazioni di MARCO BAITELLA, vincitore dell' "ITS ARTWORK AWARD". Diplomato al Royal College of Art con specializzazione in accessori e menswear, è un creativo con una visione ben precisa del design e dell'arte. Si definisce ossessionato dal Surrealismo e Decostruttivismo, ma ama aggiungerci un pizzico di ironia. Nel suo progetto, inseriti in cilindri trasparenti, troviamo oggetti di uso quotidiano, orologi, scarpe ma anche pasta, preservati dal logorio della realtà. 

Italy also is rewarded through the creations of MARCO BAITELLA, winner of "ITS ARTWORK AWARD". A graduate of the Royal College of Art, specializing in accessories and menswear, he is a creative with a very specific vision of design and art. He defines himself as obsessed with Surrealism and Deconstruction, but likes to add a dash of irony. In his project, included in transparent cylinders, we find everyday objects, watches, shoes as well as pasta, preserved from the wear and tear of reality.



Ad un pari merito  è stato assegnato il premio "OTB AWARD", che metteva in palio 5 mila euro e soprattutto uno stage presso la OTB di Renzo Rosso

To an equal merit has been assigned the "OTB AWARD", which is giving away 5k Euros and above all a stage at Renzo Rosso's OTB.

Il primo designer è NIELS GUNDOFT HANSEN, danese, ha trasportato in passerella i cieli plumbei  e le atmosfere street di Copenhagen, attraverso un grafismo esasperato che richiama gli anni 80, con silhouette esagerate e capi oversize.

The first designer is NIELS GUNDOFT HANSEN, Danish, who has transported on the catwalk the heavy skies and street atmosphere of Copenhagen, through an exaggerated graphism that recalls the 80 years, with exaggerated silhouette and oversized clothes.





La seconda vincitrice dell' "OTB AWARD" è ANNA BORNHOLD, che vince anche il "Modateca Deanna Award" con 3000 euro e la partecipazione al Creative Knitwear Master Course, una stilista dalla personalità vivace e solare, piena di senso dell'umorismo. L'anno scorso aveva vinto anche il Chloé Prize al Festival di Hyères, sempre con collezioni incentrate su una visione molto creativa e ironica. Il suo progetto ha stupito e divertito  la giuria per il suo messaggio irriverente e la straordinaria capacità di reinterpretare la maglieria in modo alternativo.

The second winner of "OTB AWARD" is ANNA BORNHOLD, who also won the "Modateca Deanna Award" with 3000 euro and the participation at Creative Knitwear Master Course, a fashion designer with a lively and sunny personality, full of humor. Last year she also won the Chloé Prize at the Hyères Festival, always with collections focused on a very creative and ironic vision. Her project has amazed and amused the jury for its irreverent message and the extraordinary ability to reinterpret knitwear in an alternative way.

 



I gioielli futuristici della designer TATIANA LOBANOVA hanno meritato lo "Swarovski Award" e un premio in denaro pari a 10 mila euro. Ispirati alle strumentazioni tecniche in grado di produrre onde sonore e luminose, le sue creazioni includono parti metalliche e componenti colorate, hanno dimensioni imponenti e linee pure.


The futuristic jewels of the designer TATIANA  LOBANOVA deserved the "Swarovski Award" and a cash prize amounting to 10,000 euro. Inspired by the technical equipment capable of producing sound and light waves, her creations include metal and colored components, have impressive size and pure lines.



La slovena JANA ZORNIK, con un Master in Fashion Artefact al London College of Fashion, riceve il "Swatch Award" per la sua collezione di accessori compositi, realizzati con pezzi di altri oggetti e ri-assemblati secondo un gusto ed un utilizzo del tutto particolare, estremamente poetico.

The Slovenian JANA ZORNIK, with a Masters in Fashion Artefact at London College of Fashion, receives the "Swatch Award" for her collection of composite accessories, made with pieces of other objects and re-assembled according to a taste and a completely unique usage , extremely poetic.



Il "YKK Award" va invece al coreano YOUNG JIN JANG, che oltre al premio di 10k euro, vedrà esposti i propri accessori nello showroom londinese dell'azienda. La sua collezione, "Una stanza per l'uomo" è un puzzle di elementi con cui si può giocare, creare movimenti, trovare cose e spazi inaspettati, per realizzare infine un'unico oggetto composito.

The "YKK Award" goes instead to the Korean YOUNG JIN JANG, who in addition to the 10k prize, will shown his own accessories in the London showroom of the company. His collection, "A room for the man" is a puzzle of elements with which you can play, create movements, finding things and unexpected spaces, to ultimately realize a single composite object.




Infine il "Generali Future Award" è stato vinto da JUSTIN SMITH, di professione designer di cappelli e già vincitore delle passate edizioni, le cui creazioni sono attualmente ospitate nei musei in tutto il mondo e vestono Angelina Jolie e molte altre star sia nella vita privata che nei film.

Finally, the "General Future Award" was won by JUSTIN SMITH, a designer of hats and winner of the previous editions, whose creations are now in museums around the world and dress up Angelina Jolie and many other stars both in private life that in the movies.




 YOU MAY ALSO LIKE: 

WHAT IS UTOPIA? Waiting ITS Contest 2016


COUP DE COEUR: Central Saint Martins fall 2016 Graduate collections




Nessun commento:

Posta un commento